Come scegliere le lampadine smart

di Valentina Cervelli Commenta

Gestire l’illuminazione è senza dubbio l’operazione base che ogni appassionato di domotica alle prime armi deve fare sua, avendo cura però di affidarsi al giusto tipo di elementi e selezionare la lampadina smart più adeguata è importantissimo.

Accessori di qualità compatibili

Questi accessori rappresentano l’approccio più economico per iniziare a rendere domotica la propria casa e consentono spesso di risparmiare anche sui costi dell’energia elettrica grazie agli standard selezionati per la loro creazione. Ma quali sono le lampadine più adatte?

Molto dipende ovviamente da quello di cui si ha bisogno: una luce installabile sul comodino può essere meno potente di una che al contrario si è intenzionati ad utilizzare per illuminare una stanza intera. Al contempo anche l’assistente vocale utilizzato può avere influenza su quella che potrà essere la selezione da fare per la propria lampadina smart.

Le prime due cose da fare sono quindi il ricercare delle fonti di illuminazione compatibili con l’assistente in uso nella propria abitazione e scoprire di quale tipo di attacco si ha bisogno: E14 ed E27 sono i più diffusi nelle nostre case (attacco piccolo ed attacco grande rispettivamente, N.d.R.). Una volta che ci si è assicurati di questi fattori può partire la ricerca alla lampadina smart migliore per la propria abitazione.

Non sempre marche importanti valide

Assurdamente, quando si parla di domotica e lampadine smart, la grande marca non sempre assicura un risultato importante: certo, evitare esemplari davvero venduti sottocosto sarebbe meglio perché difficilmente corrispondono ad un accessorio funzionante al top, ma allo stesso tempo marche famose non sono sinonimo di grande performance.

Il consiglio è quello di comparare più lampadine smart possibili a seconda della tipologia, voltaggio e tipologia.  Verificare la classe energetica, a quanti Watt corrisponde l’accessorio, se è dimmerabile o meno: sono tutte sfumature che devono essere analizzate perché influenti sul risultato finale.  Le recensioni di clienti precedenti possono essere utili per comprendere la qualità del prodotto al quale si è interessati.

In questo caso non entreremo nello specifico dei diversi sistemi ma ci limiteremo a consigliare nella scelta: se si vuole acquistare una lampadina smart per Google Home o Alexa è importante verificare la compatibilità, la classe energetica, la applicazione/skill collegata. Anche la qualità di quest’ultima deve corrispondere a certi standard qualitativi.  Il prezzo non deve essere troppo basso ma nemmeno stracciato: si possono trovare ottime lampadine smart anche a 8 euro l’una. Piccola nota di “colore”: non bisogna avere paura di comprare luci dimmerabili per Alexa, quasi sempre sembrano rispondere meglio come funzionamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>