Cassette della frutta: in cosa trasformarle?

di Valentina Cervelli Commenta

Se ne parla sempre quando ad essere chiamato in causa è il riciclo creativo: le cassette della frutta sembrano essere il top per creare diversi complementi d’arredo non solo utili ma dall’estetica appropriata. In cosa possiamo trasformarle?

Prima di procedere è bene fare una premessa: bisogna avere gli attrezzi giusti per lavorare le cassette della frutta: il legno di cui sono composte è malleabile ma necessita di essere migliorato.  Nello specifico si necessita di chiodi, martello, una levigatrice se possibile, della colla per legno e della vernice. Eh si: quando ci si approccia a questo tipo di materiale una mano di colore può fare davvero la differenza. Il legno al naturale, soprattutto se lucidato e protetto può essere interessante: dipingerlo può aiutare a renderlo ancora migliore.

Con le cassette della frutta è possibile, prima di tutto creare un tavolino basso da porre davanti al divano: in questo caso, soprattutto per comodità, è consigliato aggiungere delle ruote alla base in modo tale da consentire un agevole movimento del complemento in caso di bisogno. La grandezza dello stesso dovrà essere gestita in base alle proprie esigenze e lavorando sulla modifica, seppur non profonda, della base delle stesse, perfette per rappresentare la parte superiore del tavolo. Ancor più facile, semplicemente ripulendole, decorandole e ponendole una sopra l’altra sarà l’ottenere un carrello porta tutto.

Ciò che è interessante di questi specifici oggetti è che si adattano divenire mensole o complementi adatti a qualsiasi vano dell’abitazione: basterà semplicemente approcciare l’estetica in modo differente a seconda di quel che si vuole raggiungere come obiettivo. Esse devono essere considerate come elementi modulari di una parete attrezzata che non aspettano altro che essere utilizzate nel modo giusto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>