Caruso, music cabinet amplifica il suono dal passato al futuro

di PieraLombardi Commenta

Caruso: mai nome fu più idoneo a connotare un accessorio per la casa la cui funzione è diffondere la musica e non solo. Ecco a voi, una madia musicale che coniuga linee minimaliste a un fascinoso stile retrò ed è insieme mobile contenitore e diffusore di musica che si collega via Bluetooth ai vostri dispositivi di riproduzione. E’ stato progettato dal giovane designer italiano Paolo Cappello, che con questo suo pezzo ha vinto nel 2015 il Young & Design Award ed il Contemporary Design Award. Tanto di cappello… è proprio il caso di dire!

 

Questa piccola consolle con spazi contenitori e un amplificatore integrato ha il sapore vintage. Le linee semplici ed elegantissime ricordano i tradizionali grammofoni d’altri tempi  e ne ripropongono l’incanto in una chiave tutta moderna, suggestiva ma funzionale all’età digitale in cui siamo.

 

 

 

Lo speaker funziona con la connessione Bluetooth e oltre all’alta fedeltà audio, è una madia in cui riporre oggetti. E’ un mobile versatile che può adattarsi in ogni punto della casa: sala, salotto, tinello, camera da letto.

 

 

Il cabinet può essere composto in base ai propri gusti assempblando il corpo al diffusore in base ai colori a scelta. Il corpo è proposto in legno naturale di quercia e noce oppure in versione laccata a scelta tra i colori grigio satinato, grigio polvere, nero, bianco, corallo o azzurro pastello. L’amplificatore invece è in ceramica e si può scegliere tra i colori rosso, rosa, giallo, verde, bianco o antracite. Così ognuno puà avere in casa un pezzo unico.

 

 

C’è anche una variante in edizione limitata con speaker placcato oro a 24 carati su una struttura in quercia antica. Inoltre, è disponibile la nuova App che permette il funzionamento audio della madia, per un concetto di mobile che guarda al futuro.

 

 

Fonte e foto  paolocappello.com miniforms.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>