Carta da parati per bambini: come scegliere

di Valentina Cervelli Commenta

Quando ci si trova a dover arredare una cameretta si viene sempre assaliti da mille dubbi su quel che è possibile inserire al suo interno. Di una cosa si può essere certi: la carta da parati per bambini è una soluzione più che praticabile per le pareti.

Soprattutto ora che grazie all’applicazione di moderna tecnologia nella creazione si può davvero contare su una scelta importante per ciò che riguarda questa tipologia di “arredamento” per le pareti. Non si deve pensare che la carta da parati non sia qualcosa di adatto ai più piccoli: come accade con qualsiasi altra stanza essa aiuta a definire gli spazi ed a decorarli, con una spinta in più. Quale? Molte varianti per bambini sono trattate per essere lavabili e quindi non vi è il rischio che si rovinino sotto i tentativi artistici dei più piccoli.

E’ sempre consigliato affidarsi a degli esperti per la sua posa, ma va detto che esistono modelli con adesivo già presente che necessita solo di bagnare i rolli prima di stenderli sulla parete. La carta da parati perfetta per i bambini deve essere inodore, traspirante, anallergica, idrorepellente, ecologica. E non solo: non deve contenere Pvc, deve avere base in cellulosa e fibre tessili e certificata in classe B1 per la resistenza al fuoco.

Per quanto riguarda il suo aspetto ovviamente non vi sono limiti alle fantasie estetiche da sfruttare, a partire da colori e geometrie che possono rasserenare gli animi dei bimbi fino al supereroe o animale preferito. E cosa dire della Disney? Davvero non c’è limite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>