Bagno in mansarda, come arredarlo

di Valentina Cervelli Commenta

Un bagno in mansarda? Fattibilissimo: l’importante è comprendere come arredarlo nel modo giusto scegliendo mobilio ed accessori in modo che gli stessi si adattino all’ambiente nel quale saranno inseriti.

Non bisogna pensare che sia un obiettivo irraggiungibile, anche se da soli: talvolta basta semplicemente puntare su piccoli mobili, cassettoni bassi e sanitari sospesi. Il punto è la giusta gestione degli spazi e un pizzico di stile applicabile alla mansarda. Senza avere paura o remore nel agire. Vero è che per costruire un bagno in una bisogna tener presenti alcuni accorgimenti in modo tale da non compromettere la funzionalità della stessa. Il fattore più importante è quello tale che il tetto spiovente non ne limiti l’utilizzo.

Un esempio concreto? La doccia in una mansarda può essere inserita solo se lo spazio viene adeguatamente gestito, dando la possibilità di un’altezza decente: altrimenti è decisamente più consigliabile installare una vasca da bagno, di qualsiasi foggia la si voglia. In particolare si potrebbe puntare anche ad un’idromassaggio.

E dove si ha la possibilità di stare comodi in piedi andrebbe installato un lavandino in modo tale da rendere possibile tutte le varie azioni che si farebbero con lo stesso. E come è facile pensare anche tutti i mobili ed i contenitori inseriti devono rispettare il giusto tipo di misure, puntando non sull’altezza, ovviamente, ma sulla profondità magari puntando su cassettoni estraibili alti meno di un metro o anche complementi su misura, per sfruttare ogni centimetro di spazio.

Accessori? Pochi. E soprattutto colori chiari sulle pareti e volendo, tanto legno nei complementi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>