Camera per bambini nella mansarda: come gestirla

di Valentina Cervelli Commenta

Di solito le mansarde non vengono opportunamente sfruttate come potrebbero: al contrario di quel che si pensa potrebbero divenire delle ottime camere per bambini se si sapesse come gestirle in modo adeguato. L’importante è che non siano pericolose da raggiungere e quindi dotata di una scala normale e abbiano uno spazio vivibile sufficiente.

Il segreto essenzialmente è quello di sapere combinare gli spazi in modo ideale al fine di posizionare il letto in una posizione nella quale il bambino o i bambini possano accedere comodamente allo stesso senza però rinunciare allo spazio per giocare. Di solito le mansarde sono dotate di ottimi lucernari in grado di rendere la stanza molto luminosa: essi devono essere sfruttati in maniera adeguata. E se consentono alla persona di stare in piedi in quel punto, la cosa migliore da fare è inserirvi appena sotto una scrivania in modo tale da dare al bambino man mano con la crescita un luogo dove disegnare, giocare ed in seguito studiare.

Una cameretta mansardata può essere perfettamente sfruttabile come qualsiasi altra stanza posta ai piani “regolari: l’importante è capire come sfruttare il lato più basso. Questo di solito può avvenire con l’inserimento di un mobilio per vestiti o per i giocattoli, o addirittura con un divano a seconda dell’età di coloro che dovranno viverci. I materiali, inutile dirlo, possono essere di qualsiasi tipologia. Un piccolo segreto? Sfruttare le forme che la mansarda regala e puntare a colorazioni tono su tono con elementi cromatici più forti che spiccano, in modo tale da ottenere una stanza mai piatta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>