Arredare con il vetro: ecco perché

di Valentina Cervelli Commenta

Tra le varie opzioni che si possono avere in materia di arredamento vi è quella di sfruttare il vetro come materiale principale per accessori e complementi d’arredo. E per quanta paura si possa avere per la sua fragilità, dargli un’occasione è imprescindibile.

Basta sfogliare i depliant dei maggiori interlocutori del settore per vedere offerti, anche a buon prezzo, mensole in vetro, lavandini in vetro,  vasi per piante, dispenser per saponi: insomma, praticamente ogni cosa. Non ci si riesce a stancare di osservare come questo materiale possa aggiungere eleganza e stile anche ad un stanza di servizio come quella del bagno.

Ma attenzione: tutta la casa può beneficiare di complementi e accessori in vetro, soprattutto se ad essere chiamato in causa è uno stile moderno che cerca quel guizzo in più per poter esprimere tutto il suo fascino. Il concetto principale da ricordare è infatti quello che la a trasparenza può essere amica dei piccoli spazi riuscendo ad impreziosirli con facilità e donando loro un carattere speciale. Un’esempio di perfetto complemento d’arredo in vetro è la libreria: immaginatela in un salone in stile minimal. L’effetto creato infatti è pazzesco dal punto di vista estetico con i libri che sembrano quasi mantenersi in equilibrio nel vuoto.

Non bisogna nemmeno avere paura di acquistare sedute in vetro. In quel caso infatti la chimica viene  in aiuto: esso è in realtà “vetro acrilico” o  polimetilmetacrilato. La trasparenza in questo caso è accompagnata da infrangibilità, leggerezza e resistenza e l’effetto all’interno di un ambiente davvero unico.

Photo Credit | Rp Interior Design Sas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>