Armadio con o senza ante: dilemma moderno

di Valentina Cervelli Commenta

Armadio con o senza ante? Può essere definito davvero il moderno dilemma in materia d’arredo con tutte le nuove soluzioni presenti sul mercato. Cerchiamo un po’ di comprendere come muoversi in questa sorta di labirinto.

Quel che bisogna comprendere rispetto al passato è che il concetto classico di armadio è stato superato e che prima di tutto quello che deve essere assecondato è il bisogno di comodità e di spazio, in un modo o nell’altro. Ecco perché sono nati dei modelli che hanno totalmente eliminato le ante per tenere in bella vista alcuni degli scompartimenti. Ovviamente tale approccio richiede una particolare attenzione a quello che dovrà essere l’ordine o la pulizia dell’intero mobile, proprio perché lo stesso è esposto: meno odore di chiuso, più possibilità di polvere sui vestiti. Di solito questa tipologia di costruzione è quella che caratterizza le cabine armadio.

Tra le opzioni più apprezzate con anta negli ultimi tempi si incontrano quelli provenienti dal mercatino dell’usato, spesso modificati con il bricolage ed adattati allo stile della propria stanza da letto lavorando su un budget minimo riuscendo ad ottenere risultati davvero importanti. Anta o senza anta, se lo si ha si può sfruttare il sottoscala, anche se solo come armadio per le coperte e gli attrezzi sportivi.

Per rispondere alla domanda iniziale, anta o senza anta, quando si parla di armadi la vera discriminante è lo spazio in larghezza e lunghezza e la stabilità della costruzione: per il resto la parola è da lasciare al gusto ed alla comodità di chi lo userà per riporvi i propri vestiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>