Wall covering 3D Surface, le novità

di Gianni Puglisi Commenta

Chiamarli solo carta da parati sarebbe a dir poco riduttivo visto che ormai il wall covering ha raggiunto livelli mai toccati prima: parliamo dei nuovi rivestimenti da parete 3D Surface che scelgono la tridimensionalità e pattern sempre originalissimi.

L’idea di fondo è quella di rinnovare radicalmente la carta da parati classica aggiungendo spessore, sia estetico che… fisico. I rivestimenti infatti sono tutti tridimensionali, con delicati accenni ad un decoro appena rilevabile sotto le dita o con decorazioni molto più decise, quasi si trattasse di scultura a sbalzo ma in chiave ultra-contemporanea e tecnologica.

Il marchio 3D Surface che propone la nuova collezione aggiorna il suo catalogo seguendo le tendenze del momento nell’arredo e nei rivestimenti da parete. Tutti gli ambienti della casa sono coinvolti, dalla cucina alla sala, dalla camera da letto al bagno passando per lo studio e la cameretta.

Ogni proposta colpisce l’occhio grazie a stampe e nuances ma soprattutto per il gioco di luci e ombre che si crea proprio a causa della qualità tridimensionale della texture. Per lo stesso motivo si coinvolge anche il senso del tatto, per una casa da vivere a tutto tondo.

La nuova linea si arricchisce con le serie Pizzo e Tartan, l’una dal piglio femminile e romantico e l’altra più versatile di quanto non si possa supporre grazie a tinte delicate e accostamenti sobri e raffinati.

Si aggiungono alle già apprezzate proposte Treccia e Arabesque. Più insolita la serie Citymap che si ispira – lo dice già il nome – alle mappe delle più famose città del mondo per chi ama viaggiare con la fantasia anche senza muoversi dalla propria poltrona preferita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>