Scaletta, lo scaldasalviette mai visto prima

di Gianni Puglisi Commenta

Scaletta è uno scaldasalviette mai visto prima: ‘itinerante’,  lontano dalle forme tradizionali del calorifero. Non necessita di istallazione, permette la massima libertà di posizionamento in qualsiasi ambiente della casa, può essere trasferito ad ogni cambio di abitazione portando con sé una simbologia con valenza positiva di passaggio, divenire, e al tempo stesso leggerezza e ironia. L’ha realizzato la designer Elisa Giovannoni per Tubes.

 

 

Ecco a voi un oggetto d’arredo dalla forma iconica, la scala, che non ha bisogno di spiegazioni per essere compreso perché presente nell’immaginario di tutti!

Scaletta è sia scala da parete che scaleo, a libro, e  si può portare ovunque purché ci sia una presa elettrica nei paraggi. Infatti è proposto con alimentazione elettrica, è realizzato in alluminio, ed è disponibile in due versioni: a parete e a terra freestanding, entrambe accessoriate da una carrucola che avvolge il cavo elettrico.

Scaletta può essere arricchita da appendini e da portaspugne opzionali. La versione a terra può disporre anche di un pratico piano d’appoggio realizzato in corian.

In alluminio ha tre altezze (104 centimetri lo scaleo; 139 e 187 la scala), molti colori anche decisi (giallo, zolfo, rosa lucido) per riscaldare con ironia!

L’immagine di una scala appoggiata ad un muro fa pensare a qualcosa di nuovo, alla laboriosità umana, al divenire, al passaggio dal basso verso l’alto, racchiude in sé i concetti opposti del dinamismo e della staticità. E’ un’icona positiva, spiega Elisa Giovannoni che l’ha disegnata per Tubes.

 

Fonte e foto tubesradiatori.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>