Salone del Mobile Awards 2017, i vincitori

di Valentina Cervelli Commenta

I Salone del Mobile Award 2017 di Milano sono giunti questo anno alla seconda edizione ed ancora una volta hanno premiato, su differenti categorie, coloro che si sono maggiormente distinti nel settore ed all’interno della manifestazione.

Come ha spiegato il presidente Claudio Luti:

Con questo premio il Salone del Mobile vuole dare continuità alle emozioni che la manifestazione ha saputo trasmettere riconoscendo il grande impegno creativo, produttivo e organizzativo delle aziende e di tutti quei designer e personaggi che contribuiscono ad attrarre a Milano tutta l’innovazione possibile di prodotto e di processo produttivo.

In totale sono stati 11 i premi assegnati nel corso dei Salone del Mobile Awards 2017, ed il punto è stato quello del riconoscimento del valore delle idee e dello spirito innovativo alla loro base. Ecco tutti i vincitori:

  • Miglior prodotto Workplace3.0:  Io.T / studio Gtp e Tecno
  • Miglior prodotto Euroluce: Filo di Foscarini disegnato da Andrea Anastasio
  • Miglior prodotto xLux:  F.lli Boffi per D.Vision3 realizzato da Ferruccio Laviani.
  • Miglior prodotto Classico: Collezione Black & White di Provasi
  • Miglior allestimento: Flos con il best display firmato Calvi Brambilla.
  • Miglior prodotto arredamento: Pack di Edra firmato da Francesco Binfaré
  • Miglior designer esordiente: Elena Salmistraro
  • Migliore designer: Philippe Starck
  • Premio alla carriera: Ernesto Gismondi
  • Premio speciale della giuria: Marva Griffin
  • Premio speciale Banca Intesa Sanpaolo: De Castelli per “Tracing Identity”.

Tutte soluzioni diverse tra loro ma che sono state in grado di evidenziare approcci validi ed importanti all’arredamento presentati nel corso del Salone Del Mobile di Milano e giudicati proprio durante il corso della rassegna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>