Come rivisitare l’arredamento classico

di Valentina Cervelli Commenta

E’ possibile rivisitare un arredamento classico per renderlo chic: il segreto è quello di renderlo più attuale, modificando alcuni elementi e letteralmente “dosando” in modo giusto quelle che sono le sue naturali caratteristiche per ottenere qualcosa di più sobrio.

E non c’è distinzione tra living room, studio, camera da letto: è importante per rivisitare in modo giusto abbandonare quello che è l’eccesso di austerità per passare a qualcosa di più caldo ma non eccessivamente borioso nella sua espressione. Il new classic arricchisce di finiture preziose l’arredamento, rendendo tutto più morbido ed accogliente semplicemente usando colori come il beige ed il bianco caldo, unendoli a mix particolari. In questo caso però si parla di mobilio ed a mente aperta bisogna immaginare di inserire un accessorio moderno, come una lampada, o complementi in materiale non classico che operano come contrasto.

E come è lecito aspettarsi, il nuovo classico basa molta della sua forza sulle finiture e sui dettagli: la cura dei particolari fa sempre la differenza.  In questo tipo di stile è possibile anche recuperare dei vecchi oggetti di famiglia magari rivisitandoli con speciali tessuti.  Tra gli immancabili, all’interno della casa, non possono mancare portaombrelli, appendiabiti, luci e specchio. Soprattutto quest’ultimo risulta essere perfetto per il new classic se
rettangolare e posizionato a terra o quadrato e poggiato alla parete. Allo stesso tempo è necessario curare in modo adeguato l’illuminazione: scegliere la lampada giusta equivale a donare accoglienza alla casa, rendendola perfetta sotto ogni punto di vista senza fare sforzi eccessivi per raggiungere l’obiettivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>