I materassi colorati Young di Morfeus

di Sara Commenta

È Roberto Semprini a firmare la divertente collezione di materassi colorati Young di Morfeus dedicata alla camera dei ragazzi. Si tratta di una speciale linea di materassi che rinnova l’idea dell’accessorio nascosto sotto coltri di lenzuola e coperte e privo di ogni attrattiva.

materassi colorati young di morfeus

I nuovi materassi sono colorati, allegri e pieni di brio e aggiungono alla loro irrinunciabile funzionalità anche un risvolto estetico molto interessante. Il design d’altronde si pone come obiettivo primario proprio quello di rivisitare con un approccio estetico originale arredi e complementi che offrono una funzionalità precisa e devono rispondere ad esigenze pratiche ma a cui chiediamo anche una piacevolezza visiva.

Ciò è tanto più vero quando si tratta della camera dei ragazzi. Perciò i nuovi materassi scelgono colori e stampe squillanti, restando fondamentalmente legati alla loro funzione primaria, connessa al riposo e al relax, ma attenti anche all’aspetto estetico che diventa più che mai divertente.

Morfeus ha già dimostrato la sua attenzione alla ricerca del perfetto equilibrio tra comfort e bellezza e la nuova linea Young, destinata per l’appunto ad un pubblico giovane, non fa che confermare questo concetto.

La mano dell’architetto Roberto Semprini ha aggiunto il suo tocco speciale disegnando le stampe dei rivestimenti dall’anima decisamente pop. Si va dai pois ai puzzle passando per le scritte in stile fumetto.

Tutte le coperture sono sfoderabili e lavabili, per la massima praticità, e sono declinate in SilverSave, una particolare fibra tessile con ioni d’argento che garantisce proprietà anallergiche, inodore, antistatiche e termoregolatrici. Ad un materasso, francamente, non si potrebbe proprio chiedere di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>