Le cucine compatte di Sanwa per spazi piccoli

di Sara Commenta

Il brand giapponese Sanwa ha creato una nuova serie di 4 cucine compatte ideate per adattarsi agli spazi più piccoli con uno stile essenziale ed elegantissimo. Ciascuna proposta nasce per coniugare il design contemporaneo e l’attenzione alla funzionalità a strutture capaci di contenere tutto l’essenziale in spazi ridottissimi.

cucine compatte

La linea della cucina è sempre essenziale, geometrica, dal volume compatto. I colori prediligono le nuances più scure del nero e del grigio con qualche concessione al metallo che aggiunge luce e si rivela indispensabile per alcuni accessori quali lavabi e rubinetterie.

Il modello Affilato Hide è stato immaginato in modo particolare per gli appartamenti più piccoli. Comprende tutto quanto serve in cucina, dal piano cottura al lavello, nascosto dietro due porte pieghevoli che celano la cucina in un armadio.

Ceragino è invece una cucina free-standing, anch’essa ideata per occupare il minor spazio possibile in ambienti open-space dove si può posizionare come un’isola ma anche addossandola ad una parete. La filosofia di fondo è anche in questo caso minimalista: solo l’essenziale, nessun orpello.

Il modello Kanade è più esteso, include una base e pensili coordinati. I ripiani sono in ceramica mentre i rivestimenti delle ante si declinano in pelle sintetica con trattamento antibatterico e antimicotico. Il risultato estetico è elegantissimo e raffinato.

Zan, infine, segue il design di Kanade ma aggiorna i materiali scegliendo acciaio inox e alluminio per tutti i rivestimenti mentre le finiture si ispirano alle tradizionali carte artigianali giapponesi. Così si sposano tradizione e innovazione in una proposta che vuole affondare le radici nel Giappone di una volta ma offrire funzionalità al massimo grado e design di sapore contemporaneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>