Lavabi da appoggio, sempre più forme e colori

di Designer Commenta

Una volta non c’era molto da scegliere o da disputare: il lavabo da bagno era rettangolare, di ceramica bianca, e al massimo si poteva optare per una soluzione freestanding o per un modello integrato in un mobile. Per fortuna non è più così e anche questo elemento si caratterizza per varietà di forme, materiali e colori, che lo rendono un vero e proprio complemento d’arredo.

Lavabi da appoggio

Lavabi, più di semplici prodotti quotidiani

Ne abbiamo una dimostrazione immediata dalle pagine del sito di IperCeramica, la più nota catena italiana per la vendita di pavimenti, rivestimenti, sanitari e arredobagno, che propone un’ampia gamma di lavabi da appoggio, che diventano dei veri gioielli di design declinati in forme tradizionali o in stili più moderni ed estremi, con linee squadrate o tonde, per accompagnare ogni idea ed esigenza d’arredo.

Modelli eleganti e originali

I modelli più originali sono sicuramente i lavabi in ceramica, colorati e decorati per dar vita a prodotti che possono fungere da elemento d’arredo, senza mai trascurare il basilare aspetto funzionale. Nel catalogo troviamo soluzioni decorate con stile vintage e romantico – anche con motivi floreali dipinti a mano, come nel Lavabo d’arredo Planus tondo – che si accompagnano ad altri di concetto più originale e contemporaneo.

I lavabi da appoggio in ceramica colorata

Un esempio pratico è il lavabo da Appoggio Troglo Waves in Ceramica tornita a mano in finitura nero opaco, prodotto artigianalmente nella celebre cittadina di Deruta (Perugia), che è perfetto per chi vuole catturare lo sguardo degli ospiti con un elemento molto distante per forma e colore dai lavabi tradizionali. Ha invece una forma più classica la linea Arno in ceramica (colori grigio o beige opaco), che richiama ai lavabi in ceramica bianchi che da sempre sono usati per arredare il bagno, rivoluzionandone però il concetto, perché liberi dall’incasso in un mobile o dalla colonnina.

Uno sguardo al passato ma in chiave decisamente contemporanea arriva anche dalla reinterpretazione moderna dei bacili di metallo, che nei secoli scorsi servivano all’igiene personale quotidiana delle persone: oggi diventano un prodotto di design che impreziosisce l’ambiente del bagno, rendendolo più elegante e ricercato.

La versione moderna dei vecchi bacili

Questi bacili – tutti in ceramica – sono declinati in tantissime colorazioni: dal nero opaco al lucido argilla e opaco basalto per chi vuole restare con tonalità più “standard”, fino alle versioni lucide in arancio, rosso, giallo, verde e verde inglese per chi non si fa scrupoli a osare e stupire con l’arredo. Inoltre, variano anche le forme e le dimensioni: il bacile base ha diametro di 46,5 cm e altezza di 30 cm (con disegno che richiama il classico “secchio”), ma c’è anche la variante di pari dimensioni con due pratici anelli portasciugamano laterali in ottone cromato o quella più grande (stile “tinozza”) di misure 60×40 cm e altezza 25 cm (anche in questo caso, con variante con anelli portasciugamano).

Praticità ed eleganza estetica

Se gli sviluppi di design ed estetica consentono a tutti di trovare una soluzione adatta ai propri desideri, c’è però qualcosa che non va mai sottovalutato nella scelta del lavabo: si tratta cioè di un prodotto che deve essere anche funzionale e pratico, e quindi non troppo piccolo da risultare inutilizzabile né troppo grande per l’ambiente di destinazione (per lunghezza o profondità) tale da creare problemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>