I nuovi lavabi Rexa Design per l’arredo bagno

di Gianni Puglisi Commenta

Nasce la nuova linea di lavabi Rexa Design per l’arredo bagno che punta su colori naturali e materiali antichi, recuperati dal passato e lavorati secondo tecniche artigianali. Il risultato di questa ricerca è una serie di lavabi, quasi tutti da appoggio, particolari nelle forme e nelle finiture.

L’eleganza della linea e la varietà di forme e volumi fanno di questi lavabi la soluzione ideale per una stanza da bagno che vuole puntare su uno stile raffinato e originale ma sempre profondamente funzionale. Ogni lavabo delle nuove collezioni è infatti prima di tutto efficiente e pratico.

Non resta tuttavia indietro il lato estetico, molto curato e affidato non solo alla forma ma anche al tipo di materiale utilizzato. Si va dal vetro di murano al coccio pesto fino all’argilla, di fianco ai quali si ritrovano materiali meno consueti e più moderni come il Corian e il Korakril. Tradizione e innovazione ancora una volta si sposano in matrimonio d’amore.

La serie Hamman disegnata da Monica Graffeo sceglie l’argilla cotta dalla delicata colorazione rosata. Di fianco a pezzi in questo particolarissimo materiale si ritrovano anche il marmo lucido e il tocco vellutato del Corian in bianco candido.

Ancora Monica Graffeo firma la serie Fonte che si ispira alla filosofia giapponese e al suo amore per l’acqua. Più moderno nell’approccio e articolato nell’esecuzione è il set della stessa designer composto da Moode con lavabo Culla, piano in Corian e specchiera Brame.

Alla serie Moode e a quella chiamata Esperanto appartengono inoltre i lavabi declinati in vetro di Murano, dalle finiture molto particolari per la natura stessa del pregiato materiale. Susanna Mandelli, infine, firma il progetto Hole che richiama l’antica forma del pozzo tradizionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>