Come traslocare all’estero: la gestione dei mobili

di Valentina Cervelli Commenta

Quando si parla di mobili è importante essere preparati ad affrontare qualsiasi situazione: potrebbe esserci bisogno di trasportare i propri mobili al di fuori dei confini nazionali. Come traslocare all’estero quindi?

Il fai da te per traslocare all’estero

La parola d’ordine come sempre in questi casi è organizzazione e questo passa prima di tutto nella iniziale decisione se affidarsi ad una ditta di traslochi internazionale o fare tutto da soli. Se si opta per quest’ultima soluzione è importante studiare prima di tutto il tipo di viaggio: ci si trasferisce in Europa? Si va a vivere in un paese oltreoceano? Ovviamente questa seconda opzione prevede un maggiore dispendio di denaro e di gestione della logistica: ragione per la quale, se possibile, sarebbe da evitare il fai da te ed essere promosso l’uso di una squadra di esperti nel settore. Se ci si sposta verso un altro paese europeo diventa importante, se non si vuole usufruire di professionisti, calcolare bene la grandezza del camion utilizzato per lo spostamento, la necessità di speciali container, la distanza e la capacità di guidare (con la corrispettiva patente ovviamente, N.d.R.) il mezzo scelto per tutti i chilometri che lo richiederanno.

Questo ovviamente dopo aver espletato tutte le necessarie pratiche burocratiche.

Usare professionisti per organizzare trasloco all’estero

Stress e fatica scendono esponenzialmente se si opta per utilizzare una ditta di traslochi internazionali: essa infatti si occuperà di gestire ogni singola necessità che si presenterà, ivi comprese tutte le lungaggini burocratiche che di solito fanno perdere tempo e non solo visto che si occuperà anche di inscatolare tutto, a partire dai mobili fino ad arrivare agli accessori. In caso si renda necessario un trasporto navale o aereo, l’agenzia specializzata sarà in grado di poter gestire il trasloco nel migliore dei modi dato che a seconda del mezzo sarà necessario selezionare diversi tipi di container. Importante da comprendere: in base alla distanza ed alla grandezza degli stessi il costo del servizio può raggiungere diverse migliaia di euro.

Quel che è certo è che a prescindere da tutto è bene iniziare a programmare il trasloco all’estero con un certo anticipo, in modo da poter usufruire dei propri mobili nei tempi giusti.  E’ importante inoltre scegliere una ditta di traslochi internazionale che sia davvero affidabile e che presenti le certificazioni necessari: farsi catturare da bassi costi non è conveniente. E consigliabile spendere qualcosa di più ma avere la propria roba consegnata nei tempi giusti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>