Come scegliere il tavolo da pranzo

di Valentina Cervelli Commenta

Come scegliere il tavolo da pranzo? Quando si deve modificare un elemento dell’arredamento, è d’uopo prendere in considerazione tutta una serie di fattori prima di eseguire una scelta vera  e propria: comportamento ancora più importante quando si sceglie un mobile che dovrà essere sottoposto a tantissime sollecitazioni.

Tipologie di tavolo da pranzo

Il tavolo da pranzo, è innegabile, è uno di quei complementi d’arredo tra i più sfruttati all’interno di una abitazione: questo significa di conseguenza che diversamente da molti altri potrebbe trovarsi nella necessità di essere cambiato molto prima di ciò che si immagina. Ecco quindi che eseguire una scelta giusta diventa importante anche per evitare di cambiare tavolo ogni due anni. La prima cosa da fare? Come sempre in questi casi prendere le misure di ciò che può servirci: è impensabile acquistare un tavolo da pranzo alla cieca senza avere la certezza che possa entrare nel vano in cui lo si vuole inserire. La seconda? Scegliere la forma e la tipologia. Non vi è bisogno di vederli su un catalogo, sia esso cartaceo o online, per potersi regolare: si tratta infatti di una riflessione che deve essere fatta a monte in base alle necessità che si hanno nella vita di tutti i giorni.

Il consiglio è quello di selezionare la grandezza e la tipologia che più si necessitano partendo da un presupposto: se si può è meglio optare per dei tavoli estensibili piuttosto che per quelli che sono fissi, soprattutto se si ha la necessità di destreggiarsi in uno spazio “ristretto”. Non solo: è importante anche pensare a delle soluzioni che consentano di portare in avanti una manutenzione limitata.

Materiale del tavolo da pranzo

Quello della scelta del materiale del tavolo da pranzo è forse l’aspetto allo stesso tempo più interessante ma anche più difficile: in questo caso infatti è necessario capire quanto saranno forti e continue le sollecitazioni sul mobile. È inutile fare finta di niente: quando un tavolo viene utilizzato per mangiare bisogna tenere in conto liquidi che possono filtrare, coltelli che possono tagliare e tante altre variabili. Di solito quando si seleziona un tavolo da pranzo il materiale preferito è il legno: esso è più debole rispetto al marmo o materiali plastici, ma soprattutto se si opta per qualcosa in arte povera è possibile “mascherare” eventuali ferite con la scusa del “finto rovinato“. Va detto però che non è comunque propriamente adatto a tutte quante le cucine o le sale da pranzo nelle quali potrebbe essere potenzialmente inserito ed è per questo motivo che questo complemento arredo è proposto dai negozi in più soluzioni e tipologie.

Marmo, acciaio e anche il plexiglass possono essere alternative valide, soprattutto se il tavolo da pranzo deve diventare parte di un arredamento moderno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>