Sala da pranzo: quali le scelte migliori

di Valentina Cervelli Commenta

Quali scelte intraprendere per arredare una sala da pranzo nel modo migliore possibile? Questo angolo di abitazione è una delle espressioni basilari della zona giorno e come tale merita di essere adeguatamente scelto. Scopriamo insieme cosa si può fare e cosa non si deve fare.

La prima tra le cose da fare è senza dubbio quella di pensare al tipo di materiale da scegliere: per quanto il gusto debba sempre prevalere mixato con lo stile che più si adatta alle dimensioni dell’ambiente, selezionare un materiale resistente e necessitante di poca manutenzione è senza dubbio una delle carte che possono rivelarsi vincenti sul lungo periodo. Prima cosa da non fare: sbagliare le dimensioni del tavolo da pranzo. Non importa che sia rotondo, quadrato o rettangolare: le dimensioni devono essere giuste, tanto quanto il suo ingombro. La seduta in ogni suo punto deve risultare comoda e non risultare asfissiante nel complesso.

E’ inoltre importante avere un coerente progetto di arredamento: l’essere eclettici va bene, il mescolare troppi stili che non hanno punti in comune non è consigliabile, a meno che non se ne occupi un esperto di design in grado di rendere l’insieme complessivo attraente esteticamente. Ciò che non va fatto è sbagliare il tipo di illuminazione: è importante che l’intera sala da pranzo possa contare sulla giusta quantità di luce, creando un sistema tra diverse fonti se necessario e a prescindere dalle dimensioni della stanza. Se si ha la possibilità risulta conveniente associare più lampade al fine di variare l’intensità della luce a seconda dell’attività svolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>