Stile neo dark, intrigante e misterioso

di Valentina Cervelli Commenta

Lo stile neo dark è un modo di arredare intrigante, elegante, ma al contempo misterioso e tutt’altro che asettico. E come indica il suo stesso nome basato completamente sul colore nero. Ma è una scelta adatta a tutti? La risposta è: non proprio.

Tutto sta a come lo stesso viene interpretato. E’ importante comprendere che l’arredamento neo dark teoricamente sottintenderebbe sia mobili che pareti completamente nere, anche attraverso carte da parati specifiche: il gioco reale consiste nel saper mescolare sapientemente sfumature e materiali. Che si tratti o meno di una risposta al classico puntare a toni chiarissimi, va detto che se ben espresso il neo dark è uno stile che si può adattare perfettamente anche ad un ambiente famigliare. L’unico neo è che per forza di cose si deve possedere una casa luminosa quel che basta a valorizzare l’intero look.

 

E non solo: giocare con le “consistenze” è importante. In particolare, alla scelta dei metalli, si deve essere sicuri a seconda delle stanze ti inserire marmo, metallo o qualcosa che spezzi la monotonia con il proprio pattern. Si può ad ogni modo tentare di spezzare l’atmosfera introducendo luci forti o pareti con fasi di luce che tagliano letteralmente l’oscurità.

Lo stile neo dark effettivamente non si adatta a tutti i gusti, e saranno pochi gli ambienti effettivamente arredati seguendo alla lettera lo stesso: ciò non toglie che inserire un accento di questo genere all’interno della propria casa possa portare a dare alla stessa un tocco di eleganza magnifica senza troppo sforzo. Va ripetuto, soprattutto se si gioca con le diverse sfumature. Gli immancabili in questo stile: pelle, marmo e metallo cromato conditi da un pizzico di legno.

Photo Credit | Doimo Salotti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>