Gli arredi essenziali Iko di Flou

di Sara Commenta

Stile pulito, minimale e non banale: ecco come nasce la nuova collezione Iko di Flou con il disegno di Rodolfo Dordoni. La nuova linea include una selezione di pezzi d’arredo che si possono utilizzare singolarmente o accostare tra loro per creare un ambiente dallo stile essenziale ed elegantissimo.

La serie Iko comprende un letto matrimoniale, una consolle, sedie e ottomane, un tavolino da caffè utile anche come comodino. Ogni singolo elemento è caratterizzato da purezza di forme, un design che riduce al minimo gli orpelli ed esalta il materiale: acciaio, pelle, marmo e ottone.

A colpire sono i contrasti tra questi materiali, i colori che assumono e le forme armoniche che creano. Nel caso della consolle, per esempio, alla superficie liscia di ogni dettaglio si sposano cassetti in colore contrastante che danno un tocco deviante ad un insieme dal carattere uniforme. Un altro dettaglio interessante è che questa consolle ha un’anima multiforme. Può essere usata come tale o trasformarsi in scrivania, vanity table, tavolino per l’ingresso di casa e molto altro.

Il letto si fa notare per la sua forma particolare, scarna nell’insieme ma con testata imbottita che rimanda nel colore alla palette generale del mobile. Conserva un aspetto che sa unire sia dettagli femminili e un po’ vezzosi, come gli elementi decorativi in ottone, che una allure decisamente più maschile nella sua geometria rigorosa.

La linea Iko si sposa poi alla perfezione con la ricca collezione di Flou per ciò che riguarda i tessili: biancheria da letto, cuscini e coperte ma anche materassi vestono il letto combinandosi ad esso nello stile e nella gamma cromatica.

La collezione Iko inoltre sa abbinarsi anche agli altri pezzi delle linee Flou per cuò che riguarda armadi, cassettiere, specchiere e tutto quanto serve per completare l’arredo di una camera o dell’intera casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>