Arredamento moderno, scegliere il lampadario

di Valentina Cervelli Commenta

Scegliere il lampadario adatto allo stile di arredo scelto per la stanza di riferimento spesso può fare la differenza: come regolarsi quando ci si trova davanti a dell‘arredamento moderno? Per quanto il proprio gusto personale è giusto che abbia un peso, seguire qualche consiglio per ottenere un effetto ottimale è preferibile.

Attenzione al lampadario classico nell’arredamento moderno

Quando si parla di arredamento moderno, per poter eseguire una scelta davvero azzeccata, è importante comprendere a quale livello di “modernità” ci si sta riferendo: il mercato di compravendita di mobili è ampio ed in grado di offrire spesso soluzioni così personalizzate che un arredo contemporaneo potrebbe dare tantissimi spunti per un tuffo nella “classicità” per ciò che concerne il lampadario. Ecco quindi che se all’interno della propria stanza si ha abbastanza mobili in legno o dei complementi d’arredo di una certa tipologia il lampadario classico potrebbe trovare spazio con maggiore facilità rispetto a quel che si pensa. E’ importante sottolineare che se si ama un tocco retrò nella propria casa moderna esistono in commercio lampadari teoricamente classici ma che presentano quel tocco originale in più capace di rendere un lampadario in cristallo perfetto per essere accoppiato con dell’arredamento moderno.

Quali caratteristiche per un lampadario da arredamento moderno

Lo stile del lampadario, come già anticipato, deve essere il più possibile vicino a quello dello stile scelto: quel che molti ignorano è che cercando complementi in metallo o faretti specifici è possibile giocare esteticamente anche con un arredamento moderno con il quale dovere fare i conti. Nella scelta del lampadario conta infatti molto anche l’organizzazione della stanza nella quale verrà inserito e la necessità di fare sufficiente luce: come regolarsi quindi? Va sottolineato: rivolgere la propria attenzione verso lampadari il più possibile minimal o stilizzati rappresenta un evergreen con il quale si rischia difficilmente di sbagliare, soprattutto se agli stessi è possibile accoppiare un led invece che le classiche lampadine.

Si tratta di una scelta non solo di stile in questo caso ma anche di convenienza, dato che la loro resistenza è più alta dell’alternativa e la loro durata può essere contata in anni. Una tendenza che si sta consolidando per i lampadari atti a essere inseriti nell’arredamento moderno è quella di sfruttare lampadine giganti e fili ben visibili evitando proprio l’utilizzo di lampadari: minimalista a suo modo ma comunque imponente. E’ consigliabile scegliere questa soluzione solo se effettivamente si sposa perfettamente con il proprio arredamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>