Regole base per decorare una parete con i piatti

di Gianni Puglisi Commenta

I piatti possono essere apprezzanti non soltanto per il loro aspetto funzionale nell’atto di apparecchiare la tavola ma possono essere usati anche per la decorazione delle pareti, realizzando composizioni chic, eleganti, oppure rustiche e country. Tutto sta nel rispetto delle regole compositive. 

Si può decorare una parete con una composizione di piatti? La risposta è naturalmente sì ma bisogna pensare bene a come organizzare la decorazione perché è molto facile immaginare che sia un’idea riservata agli amanti degli ambienti rustici o country.

Poi, a ben vedere, una casa in stile shabby chic sfrutta alla perfezione anche le composizioni di piatti sulle pareti. Per ogni stile, però, ci sono delle decorazioni ad hoc.

Il gioco cromatico

Le decorazioni con piatti sulle pareti possono essere realizzate giocando sugli aspetti cromatici dei piatti. Per esempio prediligendo sfumature della stessa nuance, oppure giocando sui contrasti fino alla creazione di un effetto molto originale. Si può pensare di usare piatti di due colori oppure introdurne anche un terzo che non appartiene alla stessa gamma ma richiama qualche elemento dell’arredo.

Il dinamismo delle forme

La disposizione dei piatti è importante tanto quanto la scelta dei colori. Si possono ad esempio prediligere delle formazioni ad onda, sinuose e creare movimento negli ambienti più statici.

La scelta del tema

Si può scegliere anche un tema per la decorazione, realizzando con l’aiuto di altri elementi, dei veri e propri disegni. Per esempio si possono mettere sulla stessa parete tutti i piatti che hanno un elemento decorativo floreale oppure creare un alberto partendo dai piatti con i fiori. Chiamiamole anche varianti sul tema ma ogni soluzione sarà assolutamente originale.

Ecco di seguito una gallery per prendere qualche spunto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>