Pavimenti vintage: come sfruttarli al meglio

di Valentina Cervelli Commenta

I pavimenti vintage non sono sempre apprezzati come dovrebbero ed è un vero peccato quando vengono dismessi a favore di una pavimentazione più moderna.  Vediamo insieme come sfruttarli al meglio per ottenere uno stile unico di arredamento.

Per prima cosa, se vi è la possibilità, vi è la necessità di approfittare delle loro caratteristiche e dare vita ad un arredamento retrò, tra l’altro una tendenza tra le più apprezzate nel 2018. Ecco quindi che, avendo in mente la fantasia del pavimento e la sua età, è possibile selezionare dei mobili che si adattino perfettamente. Non è così difficile come sembra. E rimanere fedeli alla propria pavimentazione vintage può dare un tocco davvero particolare alla stanza.

Pensiamo specialmente ai saloni o alla living room dove si può puntare tra le altre cose all’inserimento di tappezzeria correlata alla fantasia del pavimento creando un vero e proprio legame tra lo stesso e gli elementi d’arredo.

Uno spazio importante, in questo discorso, lo assumono le tonalità: si può giocare con maestria nel contrasto tra tenue ed intenso senza dimenticare il disegno. Attenzione, quando si parla di pavimenti vintage non si deve dimenticare che gli stessi non erano composti solo di mattonelle sgargianti e fantasiose ma anche da parquet particolarmente ricercati, spesso caratterizzati da una colorazione molto chiara che possono essere impreziositi da tappeti vivaci e tradizionali per rendere ancora più calda la stanza, soprattutto in camera da letto dove lo stile retrò ed i pavimenti vintage, di qualsiasi tipologia essi siano, sono in grado di dare una spinta di carattere al tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>