Legno d’ingegno, concorso per architetti ed ecodesigner

di Gianni Puglisi Commenta

Legno, un pezzo di natura dalle mille vite. Tutto sta a riciclarlo. Se ne occupa Rilegno, consorzio nazionale per la raccolta, il recupero e il riciclaggio degli imballaggi di legno, che ha organizzato la quarta edizione di Legno d’Ingegno, concorso internazionale nato con lo scopo di valorizzare e promuovere l’utilizzo di legno e sughero riciclato o recuperato, nel design e nell’arredo. Tema di quest’edizione: Ricre-azioni di legno e convivialità.

 

 

Torna il Concorso internazionale promosso da Rilegno, aperto a architetti, ecodesigner e appassionati per promuovere l’utilizzo di legno e sughero riciclato o recuperato nell’arredo.
L’intento è mettere insieme sostenibilità ambientale, industria e design con risultati utili e belli. Il tema sollecita l’attenzione dei progettisti, della produzione industriale e del consumatore finale sul recupero e il riciclo di una materia prima così importante come il legno.

Eco-design di tendenza? E’ fatto di legno riciclato e recuperato, di pallet usati, di bobine, cassette della frutta e imballaggi industriali che, riutilizzati in modo creativo, rinascono a nuova vita e diventano oggetti accattivanti e originali complementi d’arredo delle case.  Questa filosofia ispira Legno d’Ingegno edizione 2016-17, a tema Ricre-azioni di legno e convivialità, che ha come parole chiave semplicità e convivio.

Il concorso stimola a ideare e progettare un singolo componente d’arredo o un sistema di arredi legati ai momenti di condivisione dello spazio e al desiderio-necessità di stare insieme, sviluppando format di esecuzione semplice ed economica, attenti all’ambiente e modulari.

 

 

L’iscrizione è gratuita e aperta a talenti creativi,  professionisti,  studenti, diplomati, laureati e aspiranti designer di qualsiasi nazionalità e di età non inferiore ai 18 anni. È ammessa la partecipazione di gruppi di progettisti, guidati da un unico responsabile.

Aperte il 12 maggio, le iscrizioni si chiuderanno il 30 dicembre prossimo, mentre il 28 febbraio 2017 è prevista la conclusione della valutazione della giuria composta da esperti, architetti, designer e da rappresentanti del Consorzio Rilegno.
Iscrizione e modalità di partecipazione online sul sito rilegno.org

Al primo classificato andrà un premio in denaro  di € 10.000, oltre a un ‘biglietto da visita’ di grande visibilità da spendere sul palcoscenico internazionale del design e della produzione industriale di comparto. Originalità del progetto, riproducibilità dello stesso su scala industriale, compatibilità ambientale per caratteristiche e processi di lavorazione, fattibilità economica e tecnologica del progetto stesso, sono i criteri fissati dalla giuria per l’assegnazione del podio.

 

Fonte e foto rilegno.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>