Lampadari low cost, una scelta valida

di Valentina Cervelli Commenta

I lampadari low cost possono rappresentare una scelta molto valida a livello estetico nonostante il prezzo molto contenuto: l’utilizzo di materiale meno costoso non mette infatti a repentaglio la loro bellezza o la loro sicurezza.Il risultato che si può ottenere può essere gradevole tanto quanto quello fornito da pezzi più pregiati.

Quando si parla di lampadari low cost si chiamano in causa diversi tipi di plastiche come PVC o polipropilene, cartone, alluminio o acciaio: tutti materiali che consentono di ottenere degli oggetti dal design moderno ed accattivante senza troppo sforzo. Un esempio tra tutti in tal senso sono sicuramente i lampadari IKEA che nella loro economicità offrono la possibilità di arredare la propria casa al massimo.

Nella maggior parte dei casi le soluzioni economiche presentano forme semplici e ridotte: questo non significa perà che l’estetica sia ridotta all’osso. Talvolta sono più il marchio ed il nome alla base del lampadario a portare il costi a salire che il materiale stesso utilizzato. In fin dei conti un lampadario base è formato da un cavo elettrico, un portalampadina e la lampadina stessa: il resto è un abbellimento che può prendere qualsiasi forma e colore.

Non bisogna aver paura di avvicinarsi a soluzioni low cost: spesso basta giocar sul colore o sulla forma per ottenere fantastici effetti con pochissimo e trovare dei buoni lampadari per arredare a costi davvero irrisori. L’importante è assicurarsi che siano costruiti a norma per ciò che concerne la fattura in modo di avere una sicurezza d’uso garantita nel tempo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>