Kitchen Island, la cucina minimalista di Isa Saraiva

di Gianni Puglisi Commenta

Le molte trasmissioni televisive incentrate sulla cucina ci hanno fatto desiderare vasti piani di lavoro e piani cottura professionali ma per chi ha poco spazio a disposizione e desiderio di minimalismo ecco arrivare la Kitchen Island di Isa Saraiva.

Si tratta di un’idea che sfrutta il concetto di essenzialità nelle strutture per creare una vera e propria cucina, attrezzata di tutto punto ma che rifiuta l’idea diffusa dei mobili contenitore indispensabili per arredare questa parte della casa.

Tutto è ridotto al minimo, realizzato in legno secondo geometrie esatte ed essenziali, con una grande pulizia di linea e tuttavia uno spiccato dinamismo. La scelta del legno naturale dà all’insieme un’aria rustica ma la struttura ridotta a se stessa, senza alcun orpello, riporta il tutto ad una dimensione molto contemporanea.

Nasce così l’idea di Isa Saraiva che ha voluto eliminare tutto ciò che è superfluo per cucinare e preparare un pasto. Il lavabo è ricavato da una tinozza in metallo che si può spostare o anche rimuovere per ricavare più spazio mentre il piano cottura è a induzione, quasi invisibile ma altamente tecnologico.

Il piano di lavoro è ampio e offre una grande superficie per preparare il cibo. C’è anche un vano contenitore che sfrutta lo spazio sottostante al piano di lavoro e assume le forme di una cassetta da frutta, a richiamare le atmosfere rustiche cui si accennava.

Grazie a questa essenzialità di fondo Kitchen Island diventa facile da spostare e trasportare, per esempio dal giardino alla veranda, in modo da avere a portata di mano una cucina completamente attrezzata ma senza inutili ingombri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>