EXPO 2015, per il Padiglione Ecuador è la prima volta

di Alba D'Alberto Commenta

L’Ecuador, per la prima volta, è presente ad un’Esposizione Universale e fin dall’inizio proponendosi di declinare il tema del “Viaggio al centro della vita”, pone l’accento sulle risorse naturali ed umane dello Stato, sul suo patrimonio ambientale e sulle risorse culturali. 

Il Paese accoglie la biodiversità, dall’Amazzonia alla Sierra fino alla costa o al tratto andino delle montagne. Per questo ha una grande varietà di specialità gastronomiche. Molto dipende dalla centralità dell’Ecuador rispetto all’asse della terra. Una centralità che richiama alla mente l’essenza, l’origine, il principio di ogni cosa.

PORTADA_03_KriskaDECOR_EXPO_Milan

Il Padiglione per l’EXPO 2015 è organizzato in quattro aree:

  1. la prima affronta il tema della varietà del territorio al centro dell’identità del Paese,
  2. la seconda illustra una serie di piatti rappresentativi della cultura gastronomica ecuadoregna,
  3. un’area dedicata alla riflessione sui messaggi proposti dal padiglione.
  4. l’area multifunzionale con il ristorante.

Ogni spazio sui diversi livelli del padiglione è organizzato secondo i principi della museografia immersiva per cui salendo nel Padiglione si scoprono le colture che sono disponibili ad altitudini diverse. Dal grano al caffé, dal cacao alle banane, fino ai broccoli, alle fragole, alle mele, alle pannocchie, alle patate e alle colture tipicamente sudamericane come la uvilla.

Il progetto di partecipazione dell’Ecuador all’Expo di Milano è stato realizzato da un consorzio di imprese internazionali: Leagas Delaney Italia per la parte di comunicazione, eventi e ufficio stampa, Zorrozua y Asociados per il progetto architettonico del Padiglione, Eurostands per la realizzazione e gli allestimenti e Uvet per il recruitment e la gestione dello staff, in coordinamento con la Delegazione Governativa Ecuador per EXPO 2015 basata a Quito.

Questo il video di presentazione ufficiale del padiglione Ecuador realizzato dalla RAI. La prima cosa che emerge sono i colori accesi della facciata. Gli architetti spiegano che il fine era quello di ottenere un alto impatto e visibilità nell’ambiente e trasmettere il patrimonio culturale e ambientale del paese. Per questo si è scelto un rivestimento grafico ispirato al tessuto colorato della regione di Otavalo in Ecuador.

Il nuovo sistema di rivestimento tenda KriskaDECOR in alluminio anodizzato in cui l’immagine dei tessuti diventano più collegamenti a colori, ha dato vita ad una facciata cromaticamente ricca che esprime a pieno la varietà di un Paese come l’Ecuador.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>