Expo 2015, Padiglione Argentina, il Paese che nutre

di Gianni Puglisi Commenta

Del Padiglione dell’Argentina avevamo già parlato a dicembre ma finalmente è arrivata la presentazione ufficiale delle autorità e adesso possiamo fare una descrizione più dettagliate di quello che i visitatori dell’Expo 2015 vedranno da maggio in poi. 

Il progetto del Padiglione dell’Argentina è stato svelato al Palazzo San Martín di Buenos Aires, sede della Cancelleria. Alla cerimonia erano presenti il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Eduardo Zuain, e il Sottosegretario di Stato al Ministero degli Affari Esteri d’Italia, Mario Giro.
Quello che ha colpito sono state soprattutto le parole del Vice Commissario Generale del Padiglione Argentina, Martín Lettieri, che ha invitato le aziende argentine del settore alimentare e delle bevande che vogliono mostrare i loro prodotti e cercare opportunità di business durante l’Esposizione Universale.
Il Padiglione argentino sarà esteso per una superficie di più di 1.900 metri quadri ed è molto probabile che assuma le sembianze di un centro di promozione commerciale, turismo e cultura per i visitatori che vengono a conoscere la diversità che caratterizza il Paese. Non mancheranno occasioni per conoscere imprese, enti regionali, istituzioni locali potranno usufruire degli spazi per offrire degustazioni di piati e bevande tipiche, o organizzare eventi culturali, far conoscere le attrazioni turistiche del Paese e realizzare incontri con imprenditori stranieri.
Il concept sviluppato è “L’Argentina ti nutre”. Il nutrimento visto in ogni sua forma perché l’Argentina nutre i suoi cittadini, nutre il mondo, nutre la conoscenza e nutre il dibattito.
Nutre i cittadini approfondendo il tema della sicurezza alimentare e seguendo delle politiche di sviluppo economico basate sull’inclusione sociale. Il Paese nutre il mondo perché è una terra fertile con una produzione agricola ricca e diversificata. Alla fine si producono un’ampia varietà di prodotti primari come cereali, frutta, verdura, carne, prodotti ittici.
Quando si dice che l’Argentina nutre la conoscenza, è perché offre ai visitatori una visione sulle innovazioni sostenibili e inclusive dell’Argentina e pone delle sfide ai paradigmi globali del capitalimo e della sovranità alimentare, nutrendo così il dibattito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>