Cucine a scomparsa, perché sceglierle

di Valentina Cervelli Commenta

Le cucine a scomparsa sono una soluzione che esprime tutta la sua versatilità quando si ha bisogno di sfruttare al meglio una metratura meno ampia del solito: è questo che le rende perfette per essere inserite all’interno di monolocali.

O in alternativa a chi ha un open space e vuole sfruttare al meglio il suo spazio cercando di creare un unico ambiente giorno eclettico e non scontato e non ha la possibilità di spendere tantissimo: questa soluzione è infatti spesso caratterizzata da prezzi davvero contenuti. Tra le opzioni più diffuse vi è quella della scomparsa attraverso due grandi panelli scorrevoli su doppia guida: questo porta tra l’altro a sfruttare meglio le decorazioni e la colorazione degli stessi.  Ovviamente se si vuole luminosità si dovrà optare per il bianco. Quando si ha un open space in qualche modo si può essere più avventurosi, si può puntare invece su una cucina incassata nel muro e coperta dal numero di pannelli sufficienti a farla scomparire.

Un trucco “divertente” ed in grado di scioccare: di solito questo tipo di copertura crea l’illusione della presenza di un armadio invece che della cucina stessa. Come abbiamo già sottolineato le cucine a scomparsa sono perfette per adattarsi ad un monolocale, dando modo di sfruttare in modo sapiente gli spazi e creando in qualche modo l’illusione di una casa dalla metratura più ampia rispetto a quella che è in realtà.

Le soluzioni offerte dal mercato sono moltissime, in diverso materiale e soprattutto differenti modo di copertura al fine di adattarsi a qualsiasi esigenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>