Arredare la casa con il vimini

di Valentina Cervelli Commenta

Arredare la casa con il vimini rientra di diritto tra le mosse più eclettiche e vintage che si possano fare in questo contesto. Vediamo insieme come gestire con maestria questo approccio alla casa che può prevedere sia il completo arredo dell’abitazione con questo materiale sia l’immissione di semplici accessori al punto giusto.

Di certo parliamo di oggetti e mobili che spezzano la monotonia: ricordiamo in tal senso che il vimini è un materiale ottenuto dal salice, completamente naturale, dotato di buona resistenza e poca lavorazione affinché con il tempo non subisca modifiche. In particolare negli anni ’70 ed in buona parte negli anni ’80 l’arredamento in vimini era molto sfruttato, anche in complessi residenziali questo perché sebbene ora lo si veda come un materiale prettamente estivo e da mare, se lavorato nel modo giusto conquista una raffinatezza molto interessante.

E’ proprio questa sua peculiarità che suggerisce di farne un uso non eccessivo. A seconda del tipo di ambiente, ad esempio, possono essere scelti colori diversi. Quando si deve arredare uno spazio aperto è consigliabile il colore bianco piuttosto che il colore classico ed in cucina, dove generalmente il vimini sta bene con tutto è consigliabile inserire cesti e cestini e e magari delle sedie, avendo però cura di preservare il tutto dal vapore e dai fumi.

L’ingresso è senza dubbio una delle stanze che più può sfruttare il vimini con vasi, cesti ed addirittura tappeti ed appendi abiti. Ed in camera da letto? Via libera a comodini ed armadietti a patto però che creino un ambiente piacevole dal punto di vista estetico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>