Le 10 lampade più belle di Alvar Aalto, il design della luce

di Gianni Puglisi Commenta

10 tra le 100 lampade in esposizione dal 9 febbraio al Grand Hornu in Belgio, firmate Alvar Aalto, che celebrano in una mostra monografica il genio del designer scandinavo nel campo della luce.

Alvar Aalto, forse più noto come maestro d’architettura, è in realtà considerato un fondatore sperimentale del design organico, al quale ha dedicato una ricca produzione durante la sua intera carriera. Il suo impegno come light designer, chiaramente influenzato dal fascino della luce del Nord, si è espresso nella ricerca di soluzioni che sviluppassero i benefici derivanti da un corretto uso della luce, all’interno dell’ambiente domestico.

La valenza umana nella sua progettualità è una costante e tutti le lampade sembrano sculture di alto valore artistico con una dichiarata passione per i dettagli.

A805 enkelinsiipi o lampada ala di angelo sembra un’architettura in miniatura. La luce, diminuendo gradualmente dal basso verso l’alto, filtra morbida attraverso le lamelle d’acciaio e proietta ombre ripetute sulle pareti circostanti. Di questo stesso modello, progettato per l’Istituto nazionale di pensioni a Helsinki, Aalto elaborò altre varianti di successo.

A331/A332 soprannominata l’alvearecon inserti in ottone al suo interno è una vera e propria scultura, al punto da risultare fortemente decorativa anche se spenta. La lampada è disponibile nei colori bianco e nero.

A 110 o bomba a mano è il progetto ispirato alle forme di un’arma tedesca usata durante la prima guerra mondiale. Tra le lampade realizzate da Aalto, questa si distingue per essere impiegata come un riflettore in cui la luce fluisce dalla forma cilindrica verso il basso.

A330 conosciuta come campana d’oro è un pezzo di design classico tra le lampade da soffitto. Con forme organiche e la più nota cromatura dorata, ma realizzata anche in bianco, è in grado di scaldare e impreziosire ogni tipo d’ambiente, diffondendo una luce morbida.

M510 Maire Gulichsenè la raffinata lampada da tavolo che nasce dalla combinazione tra forma slanciata e materiali leggeri. La base sinuosamente curvata in vetro trasparente si sposa con la carta pieghettata del paralume.

A622 è una lampada da montare direttamente sul soffitto. A forma di cono rovesciato illumina la stanza facendo uscire la luce attraverso un’apertura centrare e le piccole ali metalliche dipinte di bianco, che ricoprono l’intero corpo.

A338 o Mirtilloè un apparecchio luminoso sospeso a forma di globo. Il paralume circolare è realizzato in acciaio verniciato bianco e avvolge completamente la lampadina al suo interno, ritagliando una curva per far filtrare la luce. Con il suo design essenziale evoca una leggerezza e un minimalismo tale da farla sembrare un oggetto di produzione contemporanea.

JL341 Juha Leiviskäfa parte della serie lampade a soffitto. Realizzata in alluminio bianco e leggero è una moderna plafoniera che pende da un unico cavo bianco e produce un bagliore luminoso che si diffonde nell’ambiente proiettando un’ombra elicoidale.

A910 appartiene alla famiglia delle lampade a parete. Una versione che ricorda la lampada A805 ala d’angelo, in forma di applique in acciaio verniciato bianco, illumina in maniera soffusa disegnando sulle pareti geometrie di luce ed ombra.

A440 o Campana di vetro trae ispirazione dalla già realizzata “campana d’oro”. Il diffusore è realizzato in vetro opalino soffiato a mano con dettagli in acciaio e verniciato in bianco opaco.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>