Poltroncine per bambini, l’originalità è di casa

di Alba D'Alberto Commenta

Dopo aver arredato la stanza degli adolescenti proviamo ad inserire nella cameretta degli elementi adatti ai bambini più piccoli, per esempio delle poltroncine in grado di soddisfare le loro esigenze ed essere funzionali al gioco più interessante. 

Il design delle poltroncine per bambini è molto caratteristico e anche se si pensa ad una stanza per i piccoli non bisogna mica rassegnarsi ad avere elementi di scarso gusto estetico, anzi, a ben vedere c’è davvero da imparare dai bambini.

Quando si pensa a complementi d’arredo per bambini si pensa subito ai colori e al divertimento. Fortuna che nella progettazione questi elementi non sono mai trascurati e non sono secondari all’idea di inserire nella stanza un elemento funzionale.

Quindi OK alla versione ridotta della Vanity Fair della Poltrona Frau, un must have in pelle che ad 80 anni dalla pria versione riesce ancora a tenere banco per via di una serie di accorgimenti che superano il logorio della moda: misure standard e la capacità di essere repliche dei modelli degli adulti. In realtà di modelli cosiddetti classici ne troviamo tanti in giro, c’è anche la versione mini della UPJ che è uguale alla sua copia per adulti, la UP5_6 di B&B Italia disegnata da Gaetano Pesce.

Parlando sempre di versione baby c’è da indicare anche la Louis Ghost, la sedia di Philippe Starck prodotta da Kartell che riprende le forme classiche della seduta originale e ne copia anche il materiale replicandone l’indistruttibilità e l’attenzione all’ergonomia. Per i bambini le declinazioni di questo oggetto saranno colorate, riprenderanno le tinte arcobaleno e saranno il tocco di colore giusto per la cameretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>