Libreria Huxley’s Ladder come una scala

di Sara Commenta

Una libreria alta fino al soffitto è il sogno di tutti gli appassionati di libri che vorrebbero tappezzare ogni stanza con le amate pagine ma poi si pone il problema di come arrivare fino in cima quando cerchiamo un volume preciso.

Risolve la questione la nuova libreria ideata da Marc Scimé: si chiama Huxley’s Ladder ed è strutturata come una scala, almeno in parte, per consentire di arrampicarvisi letteralmente sopra in sicurezza. Il design inoltre appare così più che mai originale.

Il designer ha immaginato di modificare la struttura della classica libreria, pur mantenendone tutte le funzionalità di base, in modo da sovrapporre alla sua parte anteriore quella di una vera e propria scala a pioli, modificata opportunamente per essere integrata, anzi proprio inglobata, nella libreria stessa.

La nuova creazione ha una larghezza da 1 metro a 83 per un’altezza da 2 metri e 34 con profondità da 56 centimetri. Quest’ultimo dato però va considerato in maniera variabile, com’è evidente dalla vista laterale della libreria: gli scaffali vanno restringendosi, dal basso verso l’alto, in modo da ospitare sul davanti anche la struttura della scala.

L’integrazione è perfetta, le forme geometriche e l’uso di colori neutri e luminosi come il bianco e il legno naturale fa in modo che il colpo d’occhio sia sempre piacevole. In totale sono 6 le mensole che consentono di disporre i propri amati libri e se volete prenderne uno che si trova nella parte alta della liberia basterà… salire le scale.

La struttura di base è modulare, pensata in modo che una unità possa utilizzarsi singolarmente o combinarsi ad altre per creare pareti attrezzate, in casa o in ufficio, dell’estensione desiderata. I materiali utilizzati sono MDF con finitura laccata bianco satinato e quercia bianca al naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>