Expo 2015, Padiglione Belgio: la convivialità del futuro

di Gianni Puglisi 1

Il tema della partecipazione del Belgio all’Expo 2015 di Milano è “Il nostro cibo, il nostro mondo – Produrre in modo responsabile, consumare in modo intelligente“. Il Paese in questione ha come obiettivo quello di attrarre, informare e affascinare i visitatori dell’esposizione universale. 

Il Belgio è il paese del cioccolato, della birra e delle patatine fritte, è un Paese per golosi e non poteva mancare all’appuntamento con l’esposizione universale di Milano. Il concept sviluppato per l’Expo 2015 vuole  indagare sull’equilibro tra uomo e natura nella produzione e nel consumo di cibo.

Il Padiglione del Belgio si sviluppa su una superficie complessiva di 2717 metri quadri. La produzione di cibo nel mondo è considerata da sempre uno degli elementi che incidono maggiormente nel modellamento del pianeta in cui viviamo. La produzione di cibo è influenzata dalla persone e incide moltissimo su alcuni aspetti della società. Come la produzione, anche il consumo di cibo è molto legato alle attività umane e alla natura. Le abitudini di consumo di cibo riflettono lo stile di vita delle persone, sono radicate nella cultura e nella religione e incidono sull’economia, sulla società, sulla politica e sull’ambiente a livello globale.

Per questo il Belgio vuole mostrare ai visitatori con quali innovazioni tecnologiche riesce a produrre cibo in modo responsabile educando al tempo stesso la popolazione al consumo intelligente delle risorse alimentari. Gli strumenti che saranno usati per comunicare il tema, sono spiegati così da Leo Delcroix, Commissario Generale del Belgio:

Ci muoveremo su queste tre linee:
Attrarre: mostreremo un’immagine del Belgio e le sue diverse regioni, dando rilievo alla ricchezza della nostra industria alimentare. Evidenzieremo anche i legami storici tra le persone italiane e quelle belghe presentando personaggi noti belgi di origine italiana.
Informare: andiamo verso il futuro nello spazio chiamato “The Cave”. In quest’area di innovazione saranno presentati gli esperimenti di produzione alimentare alternativa, come la coltura idroponica, aquaponica, le alghe, gli insetti insieme a modelli di sviluppo urbano sostenibile. Questa è la risposta del Belgio alle questioni collegate al Tema di Expo Milano 2015.
Affascinare: quando il visitatore entra finalmente nello spazio chiamato “Atrium” scopre davvero il Belgio al suo meglio. In questo mercato inondato di luce naturale si avrà la possibilità di assaggiare e gustare la grande varietà di prodotti tradizionali e innovativi, tra cui quelli coltivati nello spazio “The Cave”.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>