Casa al mare: semplicità e tonalità chiare

di Valentina Cervelli Commenta

Arredare una casa al mare può rappresentare una piacevole avventura: pensare che rimanere sul semplice ed utilizzare tonalità chiare possa risultare noioso è un errore che non si dovrebbe fare e che rischia di togliere tutto il piacere di un’ottima scelta.

casa al mare

Per sua stessa definizione questa tipologia di abitazione è di solito collocata in un luogo molto luminoso: di conseguenza difficilmente si punta ad inserire colori troppo accesi o che possano in qualche modo andare contro quell’idea di freschezza e sole che una casa al mare è in grado di evocare sia con la vicinanza allo stesso. La semplicità deve essere la chiave dell’arredo pensato per questi vani, che possono essere sfruttati come soluzione abitativa principale o temporanea.

Soprattutto in questo secondo caso, minori saranno gli orpelli parte dell’arredamento, migliore sarà l’effetto che si otterrà: e questo a prescindere che si decida o meno di seguire uno stile “marinaro” con tanto di ancora attaccate al muro, timoni o stelle marine. L’uso di colori pastello è senza dubbio il più indicato. E sebbene il blu e l’azzurro continuano ad essere le migliori alternative al bianco semplice esistenti, non si deve aver paura, rispettando la regola del “non acceso” di provare ad utilizzare un lilla o un verde chiaro che si adattino alla tipologia e colore di mobili scelti per le proprie stanze.

Quel che bisogna sempre fare, nel rispetto dei propri gusti personali è quello di arredare la casa al mare in modo tale che la sua luminosità non vada perduta ma che anzi venga in qualche modo spinta ancor di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>