Barovier&Toso, illuminazione a LED, risparmio energetico e scenografie luminose

di Gianni Puglisi Commenta

Sono nove le collezioni che Barovier&Toso propone: il segno distintivo delle novità è la sapiente convergenza fra la tradizione del vetro decorativo di Murano e le più avanzate tecnologie di illuminazione a risparmio energetico: LED con consumi ridottissimi, lampadine alogene a 12 volt, elevata efficienza e ottima qualità della luce si combinano con il design elegante ed innovativo delle nuove collezioni, le tecniche di lavorazione del vetro antiche di secoli e la consueta capacità di Barovier&Toso di creare emozioni. Qui vi presentiamo due collezioni: la prima è Windsor (prima foto). Bracci sinuosi ed eleganti, che si dipanano da un corpo centrale snello e slanciato in un gioco visivo di intrecci e si allineano ingegnosamente su uno stesso piano, sono la peculiarità della collezione composta da tre lampadari – a 10, 14 e 24 luci – e una applique a 2 luci. Le tazzine portalampada sono sempre bianco opaco con una sfumatura nella stessa tonalità dei bracci. La seconda collezione si chiama Pigalle: i quattro lampadari che compongono la famiglia (con 6, 9, 12, e 18 luci) sono caratterizzati da un corpo centrale molto ricco, con elementi dalle forme morbide e sinuose lavorati con tecniche diverse. È circondato da bracci slanciati su cui poggiano i diffusori bianchi: ognuno contiene sei LED da soli 6,2 watt complessivi, ma capaci di una luminosità equivalente ad una lampadina tradizionale a 40 watt. Il dissipatore a vista posizionato alla base dei diffusori è cromato e sagomato in maniera distintiva. Anche l’ogiva finale è illuminata a LED. Completano la famiglia due applique sempre con tecnologia a LED e una lampada da tavolo dotata di paralume con schermo superiore in plexiglas e illuminazione tradizionale. Tutte le parti metalliche sono cromate.

Foto Credit: Evds

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>