Arredamento single: pratico, elegante o confortevole?

di Valentina Cervelli Commenta

Esiste davvero l’arredamento per single? E come è in realtà: pratico, elegante o confortevole? La risposta a questa domanda varia da persona a persone, è importante comprenderlo. Quando si vive da soli infatti si punta a fare scelte molto personali ed a trasformare la propria abitazione in uno specchio di ciò che si è o si desidera.

Come sempre è necessario notare un elemento comune anche alle abitazioni famigliari: gli spazi si sono ristretti: difficilmente ci si imbatte in grandi metrature, soprattutto nelle case dei single. Ecco quindi che la prima caratteristica che viene ad esprimersi è quella della praticità: chi vive da solo tende a mettersi a disposizione quindi uno spazio ovviamente contenuto ma allo stesso tempo di pratico utilizzo. A partire dai mobili fino ad arrivare alla loro organizzazione, pensata per essere comoda ma allo stesso tempo totalmente alla mano.

Questo non significa rinunciare ad un insieme elegante o di stile, anzi. Se la persona dà importanza a specifici aspetti dell’arredamento, lo stile scelto dalla stessa evidenzierà questi ultimi. Le statistiche ci insegnano che i single puntano a volere nelle proprie case grandi piani di appoggio e strutture aperte ed allo stesso tempo mobili in grado di contenere perfettamente e senza caos libri, soprammobili e dispositivi elettronici.

E se la zona living punta essenzialmente a praticità ed eleganza, per ciò che concerne le camere da letto la solennità viene lasciata totalmente fuori. I letti bassi e le cabine armadio vanno per la maggiore, mentre i comodini tendono a lasciare il posto a soluzioni alternative come panche, che consentono di poggiare sulla loro superficie più cose.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>