La sedia Fratina di Billiani

di Sara 1

La sedia Fratina di Billiani conquista un importante riconoscimento internazionale vincendo il Red Dot Award 2016. La seduta, disegnata da Emilio Nanni, raggiunge dunque un importante traguardo aggiudicandosi l’ambito premio nella categoria Product Design.

L’ultima edizione della manifestazione, che culmina con la premiazione delle migliori idee di design, ha visto la partecipazione di ben 57 nazioni che hanno presentato 5.214 prodotti, tutti molto innovativi. La giuria internazionale ha scelto, premiandoli, quelli che maggiormente si sono distinti per design e ricerca. Assume dunque maggiore importanza la scelta di questa splendida seduta dalla linea essenziale ma interessante.

La sedia Fratina si basa su forme estremamente geometriche e sulla linea minimale del quadrato a cui si aggiunge l’eleganza della curva rappresentata dal cerchio in legno curvato che costituisce lo schienale del complemento d’arredo. Due le varianti proposte: la prima è una vera e propria sedia, la seconda vicina ad una poltroncina con misure più generose.

I modelli prevedono una seduta dal taglio minimale in legno di frassino, tinto oppure con finitura laccata, ma è possibile anche scegliere una versione imbottita con rivestimento in stoffa, cuoio, cinghie o intreccio di cordini. Dall’azienda Billiani commentano l’assegnazione del premio con queste parole:

“Sono onorato che un nostro prodotto abbia conseguito il prestigioso Red Dot Award per l’elevata qualità del design. La collaborazione con Emilio Nanni, autore della sedia Fratina, porta a Billiani importanti soddisfazioni da molti anni. Il Red Dot conferma ancora una volta che l’applicazione dei linguaggi del design alla nostra maestria artigianale costituisce un percorso corretto da ogni punto di vista e apprezzato a livello internazionale.”

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>