EXPO 2015, il Padiglione turco è il quinto più grande dell’esposizione

di Gianni Puglisi Commenta

L’EXPO 2015 ospita il Padiglione turco, che è il quinto più grande della manifestazione. I suoi lavori sono iniziati a gennaio ed è stato scelto il melograno come simbolo della partecipazione e come tema “Scavare nella storia per il cibo del futuro”. 

Il Paese ha aderito all’esposizione universale iniziando poi i lavori per la realizzazione del Padiglione a gennaio 2015. Si tratta della struttura più grande dell’EXPO 2015 con 4 mila metri quadri di Padiglione. Il melograno, usato come simbolo per la Turchia, rappresenta la fertilità e l’abbondanza.

La forma esterna che è stata data al Padiglione è quella del palazzo Topkapi di Instabul, l’antica reggia del sultano. Internamente ci sono moltissimi richiami alla tradizione del Paese, dalla tipica casa turca alle ceramiche dipinte, al vetro artigianale. Come spiegato sul sito ufficiale che la Turchia ha dedicato alla partecipazione all’esposizione universale, il Padiglione è stato costruito su uno spazio aperto, semiaperto e chiuso di 4170 metri quadrati che contiene 3 sezioni principali e 7 camere semi-aperte ognuna diversa dall’altra. Tra queste, 5 saranno luogo di mostre ed eventi ad orientamento tematico, mentre le restanti conterranno un ristorante turco e un negozio di souvenir.

L’entrata principale è localizzata nell’area aperta del Padiglione coperta da un tetto semi-aperto di acciaio che riporta una moderna interpretazione del disegno della ‘Stella di Selçuk’. Tutti i valori che ci hanno caratterizzato dal passato sino ad oggi prendono vita attraverso il design e le decorazioni tipici della cultura turca raffigurati nella fontana, nelle pietre naturali, nella famosa casa turca e il capolavoro turco dell’arte del vetro Çesm-i Bülbül.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>