Cucina Flux Swing di Scavolini su design Giugiaro

di Gianni Puglisi Commenta

Giugiaro Design firma la nuova cucina Flux Swing di Scavolini appena presentata e ispirata alla casa contemporanea. Si tratta della rivisitazione in chiave nuova di una serie che affonda le sue radici nel tempo, 10 anni fa infatti la linea Flux nacque dalla collaborazione tra Scavolini e Giugiaro e da allora ha collezionato successi.

La nuova collezione si basa su un perfetto equilibrio tra purezza di linea, ergonomia, tecnologia e versatilità. Il tutto unito dal filo rosso del made in Italy e ispirato alla funzionalità che sposa l’estetica. Questo equilibrio si ritrova nella ricerca della linea, nei volumi e nelle proporzioni, persino nelle finiture.

Le geometrie delle nuove cucine Flux Swing sono flessibili, modulabili e dinamiche, sposano linee rette e curcature che regalano allo spazio un aspetto molto contemporaneo, sempre sofisticato. L’elemento grafico più interessante della collezione sono le ante curve, che donano movimento all’insieme creando linee sinuose ed eleganti, mai banali.

Gli spazi della cucina vengono così reinterpretati creando un dialogo dinamico tra la cucina vera e propria e lo spazio del living. Diversi elementi coordinati alle cucine sono infatti disponibili per creare uniformità di stile e per connettere le diverse aree della casa passando con fluidità dalla cucina al soggiorno.

Accostamenti cromatici e finiture sono coordinate e disponibili in tutte le varianti disponibili per le cucine, dal laccato opaco all’effetto lucido passando per la finitura metallizzata. Tuttavia gli elementi per la zona living si possono acquistare anche indipendentemente dalle cucine, pur mantenendone linee e proporzioni. Completano la proposta tavoli, sgabelli e sedie coordinati e persino uno speciale armadio con ante a scomparsa chiamate Switch.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>