Panche in casa, quando dire di si

di Valentina Cervelli Commenta

Quando dire di si alle panche in casa? Non sempre questo tipo di complemento si adatta ad essere inserito in un contesto residenziale: è necessario valutare bene le opzioni che si hanno a disposizione per riuscire scegliere soluzioni adatte allo stile che si è scelto.

Panca e cucina non sempre il top delle scelte, a prescindere da quel che si può pensare: ragionare a stereotipi non aiuta assolutamente. Se si vuole utilizzare questa tipologia di mobllio prima di tutto bisogna capire in quale contesto lo si vuole inserire e soprattutto di quale stile si vuole usufruire. Perché se quello dell’ambiente da completare è importante, altrettanto si può dire di quello dell’oggetto stesso.

La panca può essere angolare, con o senza schienale, country style o semplicemente corredata da un cuscino: le opzioni sono così tante che al pari di tanti altri complementi di arredo non si può andare alla rinfusa  scegliendo la prima cosa che capita. Una panca, a prescindere dalla stanza può essere un qualcosa di pienamente accettabile per l’arredamento country  o per un minimal che non richieda di essere chic. Se si ha un loft di tipo industriale esso può essere perfetto nel momento in cui si punti a qualcosa privo di schienale ed in legno grezzo o antico.

Insomma, se si vuole inserire una panca all’interno del proprio appartamento bisogna decidere in modo giusto e prendendo in considerazione qualsiasi fattore: dalla sua forma al suo materiale passando per quello che è il contesto nel quale questo complemento d’arredo deve essere inserito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>