Carte da parati bambini: quali scegliere

di Valentina Cervelli Commenta

Quali carte da parati scegliere per la camera dei bambini? Per quanto vi siano molte fantasie che possano attirare il genitore verso una scelta o l’altra, bisogna tenere da conto che a meno di una ristrutturazione o di un intervento ben specifico questa dovrà durare a lungo nella stanza dei più piccoli.

Motivazione per la quale nella maggior parte dei casi puntare a qualcosa di abbastanza neutro sarebbe consigliato: immaginate un sedicenne in una stanza con le pareti delle macchinine da corsa. E’ un esempio forse un tantino estremo ma rende abbastanza palpabile quella che è la vera questione: quando si deve scegliere la carta da parati per una stanza di questo genere è importante selezionare la cosa giusta dopo aver eseguito una ricerca attenta.

Una fantasia che potrebbe durare a lungo e non creare problemi è quella floreale: essa però non deve essere scelta in base al gusto della moda del momento ma deve essere selezionata tentando di mantenere il giusto equilibrio relativo al vano nel quale la stessa verrà utilizzata. Un’altra fantasia che può durare a lungo e quella che riproduce paesaggi di campagna, cielo, montagna o decorazioni geometriche particolari: in questo modo non vi è una vera e propria caratterizzazione delle pareti con qualcosa che una volta cresciuti si potrebbe voler non vedere più.

Certo si può sempre eseguire un ulteriore lavoro di cambiamento, ma si potrebbe anche avere la necessità economica di non effettuarlo affatto: ed è questo il motivo principale per il quale la scelta deve essere il più neutra possibile. Di certo è importante quando si seleziona la carta da parati per la stanza dei bambini puntare su quella adesiva e lavabile in modo tale da poter cancellare eventuali scritte o disegni dei bambini ed avere la possibilità di effettuare una sostituzione con maggiore facilità.

Photo Credit | Color parati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>