Arredare per mantenere l’ordine: ecco come

di Valentina Cervelli Commenta

Sono molti gli obiettivi che si posso avere nel momento in cui si decide come arredare una stanza: quello di riuscire a mantenere il proprio spazio in un ordine quasi sempre perfetto è uno di quelli.  E riuscire nell’intento non è così difficile come sembra.

Soprattutto se si ha la capacità di organizzarsi in modo diretto e non rimandare la scelta di alcuni mobili chiave, talvolta ottenibili anche con il fai da te. Arredare per mantenere l’ordine significa prima di tutto avere una perfetta gestione degli accessori inseriti nelle stanze: essi devono avere la propria collocazione ed i propri spazi ed a seconda della loro tipologia devono poter contare su mensole specifiche. Esse sono uno dei punti chiave di questa tipologia di arredamento perché in grado di suddividere le aree in modo pulito e corretto.

Come tutte quelle librerie o mobili che possono essere inserite in rientri del muro o spazi di passaggio: in questo caso infatti vengono sfruttati angoli e porzioni che altrimenti rimarrebbero inutilizzati e lasciati a se stessi. Questo significa anche avere la capacità di arredare con cognizione ripostigli, sottoscala, cantine, armadi a muro che devono essere approcciati in modo intelligente onde evitare che diventino dei potenziali “pozzi senza fondo” dove gettare la roba alla rinfusa. Con scatole stilose, ripiani o griglie specifiche è possibile trasformarli in armadi o librerie più o meno a scomparsa utili per contenere di tutti.

Arredare per tenere in ordine significa scegliere mobilio valido e saper sfruttare al meglio ogni singolo spazio disponibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>